Come gestire al meglio un sito di motori

Sono sempre di più gli appassionati di motori che decidono di aprire un blog o un sito web inerente ad auto e moto, come di contro sono tantissimi anche gli operatori del settore che decidono di sbarcare con la propria attività di vendita su internet. In entrambi i casi, che l’obiettivo sia generare traffico (nel caso del blog) o vendere online (nel caso dell’e-commerce), è necessario dotarsi di una buona strategia promozionale al fine di farsi conoscere e soprattutto farsi trovare dagli utenti.

Quali sono le strategie più interessanti e funzionali per promuovere un sito di motori? La risposta ovviamente è “dipende”. Dipende infatti da cosa vi aspettate dal vostro sito, in quanto tempo volete raggiungere il risultato, spendendo quanto e dove! Se il vostro obiettivo è ad esempio ottenere un risultato nel breve, immediato e a pagamento, la strategia più corretta sarebbe quella di investire in piattaforme pubblicitarie come Google Adwords, o Facebook, Instagram etc. Se invece l’obiettivo è quello di scalare le posizioni sul motore di ricerca in modo naturale e di restarci in modo duraturo, la strategia migliore è senza dubbio quella di investire nella SEO.

 

SEO è un acronimo che sta per Search Engine Optimization, è quella tecnica cioè attraverso cui vengono ottimizzati i contenuti del proprio sito web per comparire nei primi risultati del motore di ricerca di Google. Fare SEO significa quindi lavorare all’interno del proprio sito web (ma anche al di fuori dello stesso, come vedremo in seguito) pianificando una strategia di contenuti che possano essere posizionati sul motore di ricerca, a partire da parole chiave determinate a monte. Se ad esempio volessimo scrivere un contenuto nel nostro sito che parli della nuova Mercedes in uscita e volessimo fargli raggiungere le prime posizioni sul motore di ricerca, quello che dovremmo fare è identificare una parola chiave ben precisa e scrivere quel contenuto seguendo delle regole editoriali e tecniche molto varie. Sembrerebbe un gioco da ragazzi ma a dirla tutta, scrivere un contenuto SEO è una questione davvero delicata e per certi versi difficile da affrontare… Non a caso esiste una figura professionale di cui è impossibile privarsi quando si decide di iniziare un “business” su internet ed è il SEO Specialist.

 

Un SEO Specialist è in grado di comprendere le parole chiave più produttive e renderle vincenti per il nostro progetto; sa come scrivere un contenuto ottimizzato per il motore di ricerca; sa analizzare i competitor e stabilire una strategia editoriale in grado di superarli; sa mettere in atto azioni esterne al sito web. Proprio quest’ultimo aspetto rappresenta un fatto essenziale per la SEO che non si riduce infatti esclusivamente al “saper scrivere bene un articolo”. Parliamo di SEO Link Building, quella strategia cioè che consiste nel “far parlare del nostro sito” altri siti. Semplificando, tecnicamente la link building non è altro che l’inserimento della url del nostro sito web all’interno di altri siti web che hanno autorità su Google. Se ad esempio il nostro sito di motori viene “linkato” da Repubblica Motori, è probabile che Google ne premierà il posizionamento, questo perché il nostro sito / articolo è stato ripreso e linkato da un sito considerato autorevole ed importante (Repubblica è una testata giornalistica). La tecnica della Link Building è fondamentale per la SEO ma non è così semplice da attuare come può sembrare e dunque affidarvi ad un SEO Specialist è il consiglio migliore che possiamo darvi.