Evoluzione del mercato delle barche nuove senza patente nautica: sono sempre richieste?

Quello della patente nautica è un po’ un nodo da sciogliere prima di decidere di acquistare una barca nuova. Del resto è più che possibile guidare barche nuove senza patente nautica, basta informarsi e trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze se non si vuole o non si può prenderla. Ciò non significa doversi accontentare o rinunciare a certi standard.

Allora, stando all’ex articolo 39 del Codice della Nautica, senza dubbio occorre la patente nautica per guidare ogni tipo di mezzo per praticare lo sci nautico; allo stesso modo occorre la patente per navigare oltre 6 miglia dalla costa come occorre per le moto d’acqua a prescindere dalla potenza del motore. La grossa discriminante, poi, la fa il motore, di fatti purché si viaggi entro le 6 miglia dalla costa la patente serve comunque nei casi in cui il motore abbia una potenza maggiore ai 30kW (ossia 40.8 cV) con una cilindrata:

  • superiore ai 750cc quando la carburazione è a due tempi;
  • superiore ai 1000cc per carburazioni a 4 tempi fuoribordo o a iniezione diretta;
  • superiore ai 1300cc per carburazioni a 4 tempi entrobordo;
  • superiore ai 2000cc con il motore a diesel.

Quindi, una volta stabilito il limite delle sei miglia dalla costa e una certa potenza di motore, non resta che valutare cosa offre il mercato nautico per poter guidare barche nuove senza patente, scegliendo i mezzi più adeguati alle proprie esigenze economiche, pratiche e familiari.

In linea di massima si può orientare la propria scelta verso barche open o cabinate, che consentono quindi il riparo e magari il pernotto in mare, lunghe 5 o 6 metri purché il motore rientri nei limiti della normativa, senza che vengano penalizzate da basse motorizzazioni.

Ad esempio, una delle migliori scelte che si può fare coniugando un’ottima imbarcazione, il pregio del cabinato e un motore comunque adeguato (da 40kW) è un cabinato da 5,70 metri: permetterà di guidare una barca nuova senza patente godendo, però, di tutto il comfort di un natante cabinato in grado di avere a bordo un massimo di cinque persone e comunque due posti letto. Qualora, invece, per esigenze sportive, pratiche si preferisca una soluzione open – aperta, senza cabina – si può optare per natanti sempre tra i 5 e i 6 metri (per essere sicuri che il motore da 40kW resti performante) ma strutturati in maniera tale che possano ospitare più persone – fino a 7 – o attrezzature particolari. Ad esempio un’imbarcazione da 5,5 metri, che ospiti 7 persone e consenta di trasportare anche attrezzature negli ampi gavoni, può essere la soluzione ideale per delle famiglie o per un gruppo di persone amanti della pesca sportiva o fare il bagno ed immersioni a largo. Oppure, sempre per poter guidare una barca nuova senza patente nautica, si può rivolgere la propria attenzione ad una barca che sia al limite dei 6 metri di lunghezza fuoribordo, in grado di ospitare almeno 6 persone con una motorizzazione minima e stipare le attrezzature nei diversi gavoni di serie. Una soluzione versatile per famiglie più numerose o per gli amanti degli sport acquatici, ad esempio, come i subacquei che necessitano di molto spazio per le attrezzature.

Perciò, il non possedere una patente nautica – e nemmeno essere intenzionati a prenderla – non è un limite per andare per mare, purché si resti entro certe distanze dalla costa e con natanti di una certa potenza. Questo non vincolerà tremendamente nella scelta di acquisto, perché, come abbiamo visto, il mercato offre svariate soluzioni per guidare barche nuove senza patente. Soluzioni che, comunque, non scendono mai a compromessi con la qualità, il comfort e la sicurezza.

Per scegliere la giusta barca nuova da guidare senza patente Vespuccibarche.it è sicuramente il fornitore adatto: ve lo consigliamo perché offre a prezzi ottimali prodotti di alta qualità made in Italy.