Acquistare auto usata: cosa controllare

Rispetto al passato, oggi acquistare auto usate rappresenta un’opzione abbastanza frequente per una serie di motivi, primo fra tutti quello di poter risparmiare comprando comunque un veicolo progettato per avere una vita abbastanza lunga, stimata ormai addirittura fino a 18 anni o 350mila chilometri, ovviamente se regolarmente manutentato.

Uno dei primi dubbi che fa capolino in coloro che hanno intenzione di acquistare un’auto usata è se scegliere un privato o una concessionaria. Sebbene nel primo caso il prezzo di vendita sia solitamente più basso, questo non può darvi però la sicurezza che la macchina sia in ottime condizioni. Nel caso di acquisto presso una concessionaria, invece, di solito le vetture sono soggette a controlli più meticolosi da parte dello staff ed è comunque fornita al cliente una garanzia di un anno.

Prima di procedere all’acquisto di auto usate sarebbe in ogni caso opportuno che a controllarla ci sia con voi un meccanico di fiducia. Un professionista potrà infatti controllare la qualità del liquido refrigerante e quella del fluido di trasmissione, che il liquido dei freni non sia eccessivamente scuro, che l’olio non faccia schiuma o si presenti lattiginoso, che la cinghia di trasmissione sia perfettamente integra e che il motore non presenti alcuna perdita.

È importante, inoltre, controllare la parte inferiore della vettura, assicurarsi che non vi siano zone di ruggine o altri danni interni o esterni all’abitacolo dovuti all’umidità, che le portiere si chiudano perfettamente e non vi siano segni di un eventuale danneggiamento del telaio dovuto ad incidenti non comunicati, che la verniciatura sia uniforme (potrebbe non esserlo in caso di riverniciatura post incidente) e che non vi sia presenza di graffi o ammaccature. Nel caso l’auto presenti uno o più di questi problemi, è possibile richiedere al venditore uno sconto sul prezzo o, se quest’ultimo è intrattabile, di provvedere a proprie spese alla riparazione dei danni riscontrati prima di comprare il veicolo usato.

Dal punto di vista burocratico, infine, per chi si appresta ad acquistare un’auto usata sarà importante controllare il libretto di manutenzione dove dovranno essere riportati tutti i controlli periodici effettuati negli anni. Il nome del venditore, inoltre, dovrà ovviamente essere il medesimo presente sul foglio PRA e sul libretto di circolazione. Un ultimo, fondamentale accorgimento, riguarda eventuali ipoteche gravanti sull’auto che desiderate acquistare o la presenza di fermi amministrativi. È importantissimo accertarsi che non siano presenti ostacoli all’acquisto che possano poi diventare un problema una volta che l’auto passerà nelle vostre mani.